L’uomo matura interamente…

 L’uomo matura interamente soltanto a patto di affrontare, comprendere e assorbire in sé la donna, non una femmina qualunque di città o campagna, ma la custode della sapienza dimorante al centro del mondo e difficile da trovare quanto l’uomo capace di reggerla. A lei rimanda tuttavia la femmina più modesta, come l’uomo che l’affronta trapela dal più goffo villano. Tracce, reliquie dello sposalizio tra Venere e Anchise si serbano nel più meschino dei convegni d’amore.

Elémire Zolla