Potere del Nome…

Voglio che tu venga a me senza passato.
Le frasi che hai imparato, dimenticale.
Dimentica di aver frequentato altre stanze da letto, altri luoghi.
Vieni da me come fosse la prima volta.
Non dire mai che mi ami, fino al giorno in cui non me lo dimostri.
Ci sono tante forme di passione e di affetto;
ci sono persone che vivono insieme tutta la vita senza neppure conoscere i loro nomi.
Nominare è un processo lungo e difficile;
tocca l’essenza stessa delle cose e implica potere.
Ma in una notte selvaggia chi può ricondurti a casa?
Solo chi conosce il tuo nome.

Jeanette Winterson

3 thoughts on “Potere del Nome…

  1. “La conoscenza del nome è la conoscenza autentica; pronunciare il nome equivale a plasmare un’immagine spirituale, rivelare l’essenza di un essere. Nominando si crea. Chi conosce i veri nomi, nascosti al profano, vive un possesso” C. Jacq

  2. “Quando, nel secondo capitolo della Genesi, Dio mostra ad Adamo il suo lato non compiuto (e non la sua costola!) gli fa scoprire quella sua parte “femminile”, con la quale fino a quel momento era totalmente confuso – è il primo “processo di differenzazione” caro a Jung – perchè egli la sposi. Questo suo lato è carico del seme divino chiamato dalla tradizione il NOME. Ciascuno di noi è inseminato nel suo nome segreto. Questo seme è il bambino divino che dobbiamo far crescere nel corso delle nozze interiori, che sono ancora l’avventura di un’immensa gestazione”.

    Annick de Souzenelle, L’Egitto interiore o le dieci piaghe dell’anima, Servtium ,2000

Comments are closed.